Ad essere sincera, molto spesso guardando le foto dei matrimoni, sia dei cosiddetti vip che dei comuni mortali, ho sempre avuto molto da ridire, specie per quanto riguardava la sezione outfit.
      Raramente sono riuscita a dire “ma che bell’abito da sposa!”, perché molto spesso questi abiti mi sono sembrati a volte eccessivi, quasi carnascialeschi, a volte scadenti e un po’ trasandati.
      Ovviamente, ci sono sempre state delle eccezioni, e qualche volta mi è capitato di vedere un abito e pensare “ecco, con questo vestito mi sposerei!”.
      Ultimamente però devo dire che la sezione “decisamente NO” si è allargata, fino a raggiungere picchi assoluti. Per questo ho deciso di scrivere questo post (che in parte dà il via a questa nuova sezione di critiche fashioniste nel mio blog), per mostrarvi il mio punto di vista, e facendovi vedere cosa è per me chic e cosa è assolutamente trash per quanto concerne gli abiti da sposa.
      La sezione proseguirà comunque anche nei prossimi mesi e vi dirò il mio punto di vista (ovvero, vi farò le mie critiche) anche su molti altri argomenti modaioli!
      Iniziamo dalle “note dolenti”: assolutamente no alle spose eccessivamente scollate, no alle trasparenze, non agli abiti super fascianti, no ai tatuaggi in vista (io li amo e ne ho molti, ma ritengo che in questo caso stonino….meglio coprirli!), no alle scarpe da cubista, al trucco troppo vistoso e alle manicure pacchiane, no e poi no al rosso (sia per gli abiti che per i fiori).

      fashion-miseducation

      fashion-miseducation-2

      fashion-miseducation-3

      Ecco una carrellata di spose bocciate. Per capirsi, sono donne bellissime, ma ciò non toglie che il loro outfit sia totalmente sbagliato.
      E adesso veniamo ai SI assoluti, alle vere principesse di oggi.

      fashion-miseducation1
      fashion-miseducation-22
      fashion-miseducation-4
      fashion-miseducation-31
      Ne ho selezionate fondamentalmente tre molto recenti, ma ci sarebbero stati anche altri esempi. Ritengo perfetti, per il matrimonio, gli abiti con maniche a tre quarti, con scollature poco profonde, che accompagnino la fisicità senza sottolinearla troppo. I capelli mi piacciono raccolti, il trucco molto delicato, le scarpe devono essere con il tacco, ma senza esagerare mai.
      Mi piacciono tutti i colori pastello, non solo il bianco: quindi dico sì all’avorio, al grigio tenue, ai rosa pastello, al panna candido.
      Il bouquet e tutte le decorazioni devono essere in tonalità neutre, e tutto deve mantenersi su di un tono soft ed elegante.
      Suvvia signore, siamo ad un matrimonio….non al Moulin Rouge!!!
      Baci, Lucia

      PH Credits: Google

      SHARE