NYFW|| La rivoluzione Desigual firmata Jean-Paul Goude

Lo scorso 7 settembre sulla passerella newyorkese è andata in scena una sfilata a dir poco rivoluzionaria: quella del brand spagnolo Desigual, oggi sotto la direzione artistica dell’artista francese Jean-Paul Goude.

La sfilata

In passerella, la collezione Primavera-Estate 2018 ma anche una capsule collection disegnata da Goude in persona.

Non più modelle che camminano serafiche, ma delle vere e proprie artiste, ballerine ed acrobate, che fluttuavano sulla passerella dando nuova vita ai capi Desigual sulla coreografia di Ryan Heffington. 
Ogni modella rappresentava un particolare personaggio appartenente a un determinato gruppo, in una vera e propria celebrazione di diversità, ecletticismo ed originalità, da sempre valori fondamentali per Desigual.

La collezione era ispirata al tema del viaggio, attraverso differenti tipi di jungla, da quella tropicale a quella psichedelica.

In passerella, reti intrecciate, righe mariniere, color blocking, tessuti fluidi, kimono ma anche denim e pelle. Giacche bohemien arricchite da gioielli, stampe geometriche, fantasie tahitiane, ma anche rimandi all’iconografia pop.

All’interno della sfilata, anche la presentazione della capsule collection firmata dallo stesso Jean-Paul Goude“Desigual Couture” che altro non è se non la visione del brand Desigual attraverso gli occhi del suo nuovo direttore artistico, che celebre la diversità culturale e lo street-chic come forma democratica di moda.

Jean-Paul Goude

Ma chi è il nuovo direttore artistico di Desigual? Chi è il fautore di questa rivoluzione del brand?

Artista eclettico che dagli anni 60 ad oggi ha influenzato notevolmente il mondo della moda e del costume.
Direttore artistico di Esquire negli anni 70, genio creativo dietro a celeberrime campagne di brand come Perrier, Chanel e Shiseido.
Famoso al grande pubblico per la sua collaborazione con la controversa cantante Grace Jones negli anni 80, ma ancora di più per la copertina “break the Internet” con protagonista la socialitè Kim Kardashian per la rivista Paper.
Ecco chi è Jean-Paul Goude.
Della nuova avventura in Desigual dice: “Mi piacciono le sfide ed è estremamente entusiasmante aiutare Desigual in questo processo di restyling della propria immagine, pur rimanendo fedele al suo DNA. Spero di esserne all’altezza”.

La rivoluzione Desigual è decisamente iniziata, ed il sovversivo  è senza dubbio Jean-Paul Goude.

2 thoughts on “NYFW|| La rivoluzione Desigual firmata Jean-Paul Goude

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *