Oggi con la rubrica “Restaurant” torniamo nella mia amata Toscana, nel cuore del quartiere fiorentino di San Frediano, per scoprire insieme un ristorante vegetariano ma davvero gustoso.

      Venite con me da L’OV- Osteria Vegetariana?

      L’OV- Osteria Vegetariana

      E’ nata infatti a Firenze, in una delle piazze più belle d’Oltrarno, Piazza del Carmine, L’OV Osteria Vegetariana, che propone un mix di piatti della tradizione regionale rivisitati per un’osteria d’altri tempi, ma non solo.

      L’Osteria Vegetariana è un luogo che odora di passato, dove le vecchie mura in marmo bianco dell’antico mercato del pesce di Firenze si fondono con un lungo bancone verde muschio, dove le antiche volte si abbinano agli arredi moderni e colorati.

      E dove il menù è un vero e proprio viaggio temporale nel gusto che inizia con ‘prima’, prosegue con ‘dopo’ e finisce con ‘e poi’.

      L’OV per tutti!

      Mangiare vegetariano può essere una scelta di vita per alcuni, ma anche più semplicemente una scelta di gusto per altri.
      Ma L’OV è per tutti soprattutto perché il suo menù ha piatti che possono essere mangiati da tutti, vegetariani, vegani, celiaci o intolleranti al glutine. Nessuna differenza a tavola, stesso gusto. E che gusto!!!

      Il menù cambia stagionalmente, ed è un menù decisamente fuori dagli schemi.
      Come vi dicevo, qui non troverete infatti antipasti, primi e secondi, ma sarà un viaggio temporale nel gusto che inizia con ‘prima’, continua con ‘dopo’ e finisce con ‘e poi’.

      Un mix di piatti della tradizione regionale rivisitati dallo chef Simone Bernacchioni che vi porterà per esempio in Sicilia con la caponatina classica, in Toscana con il tegamino di trippa d’uovo alla fiorentina gratinata al forno, fino in Perù con il chicharron, il più famoso street food peruviano in chiave veg, ed in Giappone con la nostra versione del ‘sushi sano perché vegetariano’.

      La mia cena

      Nella mia serata fiorentina ho potuto assaggiare molti piatti, uno più gustoso della’altro.
      Siamo partiti con una fantastico Ramen alla Fiorentina con porcini, fagioli, cavolo nero e uovo, per poi passare al pinzimonio di verdure di stagione con ‘Bagna Cauda’ vegan.

      Abbiamo poi assaggiato il Peposo dell’Impruneta con Polenta, fatto però con la soia. Ed io vi assicuro che non ho notato nessuna differenza con il classico peposo toscano!

      Abbiamo poi proseguito con il tegamino di trippa d’uovo alla Fiorentina gratinata al forno, un classico della cucina toscana, davvero ottimo, ed abbiamo concluso la cena con una novità del menù, il cannolo siciliano al profumo di mandarino. Davvero squisito!

       

      SHARE
      COMMENTS

      Che voglia di tornare a Firenze che mi hai fatto venire, vorrei proprio provare questo ristorante!
      Mi piacciono un sacco gli arredi e le stoviglie, ma soprattutto dovrei testare la loro Bagna Cauda per dare un parere da esperta! 😉

      XOXO

      Cami

      http://www.paillettesandchampagne.com

      che buonooooo 🙂